Hotel Calzavecchio a Bologna
15 Jul 2019
Al
16 Jul 2019
Miglior tariffa garantita

La Storia Del Boutique Hotel Calzavecchio

Per approfondire la storia del Boutique hotel Calzavecchio è necessario fare un viaggio nel tempo quando, dove ora sorge l’hotel, nasceva la prima osteria di Casalecchio di Reno chiamata Osteria dei Calza dal nome della Famiglia che coltivava il podere.
In origine, circa 400 anni fa, l’attuale Ristorante Calzavecchio era un’osteria con stallaggio, ossia offriva ristoro a tutti coloro che scendevano dalle montagne per raggiungere Bologna e viceversa.
Per secoli immutata, l’osteria fu detta Calza Vecchio poiché la Famiglia dei Marchesi Sampieri, proprietari del terreno e visti i buoni affari, fece costruire una nuova locanda che chiamarono Calza Nuovo.

Da qui il nome del Ristorante Calzavecchio.

La locanda continuò nel tempo a godere di grande fama per la sua cucina e la cantina dei vini. Rinomate erano le Tagliatelle al pasticcio che attiravano ogni domenica molti bolognesi che scendevano dal “Brigual” (sentiero storico che collega Casalecchio al santuario della Madonna di San Luca), ma non solo: divenne anche meta della Bologna Universitaria, la “Mater Studiorum”, grazie alla quale centinaia di studenti provenienti da tutta Europa abitavano la città di Bologna.

Un episodio in particolare diede enfasi alla “fama” del Ristorante Calzavecchio: il 12 giugno del 1888, in occasione dell’ottavo centenario dell’Università, ospitò oltre 800 studenti in rappresentanza delle più antiche università europee.

Dopo l’ultima guerra il Calzavecchio fu riedificato e rimase integro fino all’ultima importante ristrutturazione per volontà della Famiglia Trombetti che, nonostante le scelte di arredi e tessuti caldi ma moderni, hanno saputo mantenere l’anima antica e la storia di questo importante stabile, oltre alla sua tradizionale ospitalità.